I misteri di Wayward Pines | Cena con delitto

I misteri di Wayward Pines

I misteri di Wayward Pines

Wayward Pines è una miniserie televisiva di origine statunitense e trasmessa dal 14 maggio 2015 su Sky, canale Fox.
Questa serie tv è la trasposizione della trilogia di romanzi di Blake Crouch Wayward Pines, che a sua volta si era ispirato alla serie del 1990 I segreti di Twin Peaks e allo stile di David Lynch.

I misteri di Wayward Pines, la trama

Ethan Burke (Matt Dillon) è un agente dei servizi segreti che lavora per la sezione di Seattle, conduce delle ricerche per scoprire che fine hanno fatto due agenti federali scomparsi, Bill Evans e Kate Hewson (Carla Cugino). In passato tra Ethan e Kate c’era stata una storia d’amore molto importante che aveva quasi distrutto il suo matrimonio. Durante le sue indagini si imbatte nella piccola Wayward Pines, cittadina idilliaca e quasi perfetta con case bellissime, prati curati, i bambini giocano innocentemente per le strade.

Ma non è così perfetta come appare anzi, non c’è nulla di normale: nessun abitante può lasciare la città, nessuno può mettersi in contatto con il mondo esterno, non si può parlare della vita passata ed è obbligatorio rispondere al telefono quando suona. Appena Ethan giunge sul posto, un camion si schianta contro la sua macchina e l’agente, privo di sensi, viene ricoverato in ospedale, ma quando si risveglia si ritrova senza telefono né documenti.

Ad accoglierlo in ospedale c’è l’inquietante infermiera Pam (Melissa Leo) che non gli permette di mettersi in contatto con la famiglia e con i suoi superiori. Il medico e l’infermiera invece di curarlo, cercano di peggiorare le sue condizioni di salute, mettono in discussione la sua sanità mentale e non vogliono dimetterlo,così Ethan decide di fuggire.

Contemporaneamente a Seattle, alla moglie del protagonista, Theresa (Shannyn Sossamon), viene data la brutta notizia del ritrovamento dell’auto incidentata del marito ma lui è scomparso nel nulla. Theresa e il figlio sospettano una fuga di Ethan e Kate, quindi si mettono ad indagare da soli.

A Wayward Pines, Ethan conosce alcuni abitanti della cittadina, tra cui la barista Beverly (Juliette Lewis) che sembra l’unica che non ha paura di aiutarlo,vogliono scoprire cosa succede in quella strana città. I tentativi di Ethan di fuggire, verranno fermati in tutti i modi dallo sceriffo Arnold Pope (Terrence Howard).

Il cast di Wayward Pines è ricco di star del cinema

BurkeWayward Pines è popolata da numerosi volti del cinema. Il primo ad essere ingaggiato nel maggio 2013 è Matt Dillon, l’ex star del violento I ragazzi della 56ª strada, per il ruolo del protagonista, l’agente Ethan Burke. Nel cast ci sono anche Melissa Leo, l’attrice premio Oscar per The Fighter, che interpreta l’enigmatica e crudele infermiera Pam. Carla Cugino compare nel ruolo della bellissima Kate Hewson e Terrence Howard, star del cinema in The Butler- Un maggiordomo alla Casa Bianca,  veste i panni dello sceriffo/giustiziere di Wayward Pines.

Le ambientazioni di Wayward Pines

La miniserie di Wayward Pines, è ambientata in una cittadina che si trova in Idaho. Le riprese si sono svolte tra l’agosto 2013 e il febbraio 2014 nella provincia canadese della Columbia Britannica, le scene interne sono state girate a Burnaby , mentre per le riprese esterne sono state scelte le zone vicino Vancouver.

Il concept della serie tv

Lo stile narrativo si basa sul primo libro della trilogia I misteri di Wayward Pines, Chad Hodge ha adattato la storia ad una serie televisiva e collaborò per realizzarla assieme a M. Night Shyamalan, autore e regista di capolavori come Il sesto senso e  Signs.
Attualmente è in onda la prima stagione, ma non è mai stata esclusa la possibilità di produrre anche una seconda stagione.

La critica cosa pensa di Wayward Pines?

Pope BurkeWayward Pines ha ricevuto diverse recensioni dai giudizi misti:
– il Washington Post ha apprezzato che la storia si svolga in maniera ordinata e che vengono date le risposte allo spettatore in modo tempestivo;
– il Salon giudica Wayward Pines una serie TV accattivante che ricorda gli anni ’50 ma con un’ambientazione sofisticata;
– il New York Post l’ha valutata con tre stelle su quattro perché è un thriller ben recitato;
– il Variety apprezza che sia una miniserie che non risulta essere troppo impegnativa e l’ispirazione ad altre serie tv come Twin Peaks e Lost.

Giuliana Centamore

Mi chiamo Giuliana, per me viaggiare significa conoscere luoghi nuovi e misteriosi,amo scoprire odori,colori e sapori tradizionali

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.