Fred e Rose West, una vita da serial killer | Cena con delitto

Fred e Rose West, una vita da serial killer

Fred e Rose West, una vita da serial killer

I coniugi Fred e Rose West conosciuti come una delle coppie di serial killer più famose e spietate della storia. Marito e moglie sono stati ritenuti responsabili della morte di almeno 12 ragazze, alcune delle quali direttamente imparentate con loro.

Cromwell Street, il luogo del delitto

Tutto iniziò a Cromwell Street, nella città di Gloucester. Non era una via particolarmente famosa negli anni ’90: era molto stretta, con una schiera di case in stile vittoriano abbastanza degradate. Lì, a pochi metri, la stazione. La gente che vi abitava era umile, apparteneva alla piccola borghesia provinciale o alla classe operaia. Per arrivare a fine mese, molti proprietari preferivano affittare qualche camera a ragazze che svolgevano lavoretti come babysitter o cameriere.

Una famiglia tranquilla, quella di Fred e Rose West

Al numero 25 di Cromwell Street abitava la famiglia West, composta da Fred e Rosemary e dai loro figli, compresi quelli avuti dai matrimoni passati. Nessuno dei vicini di casa si era mai lamentato, e l’unica nota negativa, se così si può chiamare, erano i continui lavoretti “fai da te” che Fred svolgeva con costanza nella sue proprietà. Chi poteva immaginare gli orrori compiuti in quella casa maledetta…

L’infanzia di Fred

Fred crebbe in una famiglia strana, in cui la matrigna abusava di lui già dall’età di 12 anni. In un ambiente del genere, il ragazzo crebbe come uno psicopatico sadico, e fu anche vittima di due gravi incidenti che gli causarono un danno cerebrale permanente non rilevato. A soli 19 anni Fred fu costretto a trasferirsi in città a causa di una accusa di molestie a minori per una gravidanza indesiderata di una ragazza tredicenne.

Il primo matrimonio di Fred, fatto di bugie Fred e Rosemary West

Dopo l’accusa scampata di abuso sui minori, Fred si rifugiò ai margini della società, frequentando ladri e prostitute. Qui, conobbe Catherine Costello, conosciuta con il nome di Rena, una ragazza della strada poco più che adolescente e incinta di un alto. Quando la bambina nacque, la coppia iniziò a raccontare di averla adottata, e questo fu solo l’inizio di una vita fatta di violenza e bugie. Tra i due coniugi c’era un patto ben preciso: Rena doveva soddisfare tutti i desideri sessuali e sadistici di Fred e in cambiò lui manteneva lei, Charmaine, la bambina, e la prima figlia di lui, la piccola Anne Marie.

Dopo un lungo periodo di spostamenti e la scomparsa di una tale Anna McFall (successivamente ritrovata sottoterra e identificata come prima vittima di Fred), Rena trovò il coraggio di abbandonare il marito, che l’anno successivo, nel 1969, conobbe un’altra quindicenne. Rosemary Letts, che sarebbe diventata la sua seconda moglie.

Fred e Rose West, la coppia che odiava le donne

Il loro legame divenne sempre più stretto e indissolubile, sebbene il padre di Rose tentò più volte di mettere in guardia la figlia da quello strano individuo. Nel 1970 Rose partorì la loro prima figlia Heather, ma la giovane adolescente si ritrovò ad essere una ragazza madre e badare a tre bambine perché Fred finì in prigione per furto.

Maltrattava le due figlie non sue, soprattutto Charmaine, che cercava di opporsi alle cattiverie della matrigna. Nel 1971 la bambina scomparve in circostanze molto misteriose. Rena, quando seppe della sparizione della figlia, arrivò a Gloucester, ma anche di lei si persero le tracce. Fred, per dare delle spiegazioni convincenti, raccontò al vicinato che madre e figlia erano ritornate insieme in Scozia.

Per oltre 20 anni non si ebbero notizie, fino agli anni Novanta, quando, durante le indagini, la polizia ritrovò il corpo di Charmaine sotterrato sotto il pavimento della cucina.

Il primo omicidio di Rose, creò un’unione ancora più forte con il marito, e i due svilupparono un interesse per il sadismo, la violenza fisica, le fantasie di stupro e omicidio.

Il 25 di Cromwell Street

Nel gennaio del 1972 i West si sposarono e a giugno nacque la loro seconda figlia. La famiglia aveva bisogno di una casa molto più grande, così scelsero il 25 di Cromwell Street perché c’era un ampio giardino e la cantina. E proprio la cantina divenne la stanza in cui Fred portava le sue vittime, le torturava, le violentava e le uccideva.

Le prime vittime della coppia furono proprio le figlie violentate e abusate con la complicità e la partecipazione di Rose. Poco dopo West iniziarono ad affittare le camere a giovani ragazze, promettendo loro il lavoro di babysitteraggio. Purtroppo, però, solo poche di esse riuscirono vive dalla “casa degli orrori” .

Le indagini della detective Hazel Savage

Le vittime degli WestAnche Heather, la prima figlia della coppia, nel periodo della pubertà iniziò ad essere abusata dal padre, e quando rimase incinta denunciò il tutto alla polizia. Intervenne la giovane detective Hazel Savage, che conosceva bene il passato da psicopatico di Fred West, per cui quando la ragazza scomparve nel nulla, la detective era certa che i coniugi le avevano tappato la bocca per sempre.

Il 24 febbraio 1994 la polizia ebbe il consenso di scavare nella proprietà degli West alla ricerca del cadavere di Heather, ma non trovarono nulla, Hazel riuscì a mettere alle strette Fred, che alla fine confessò di aver ucciso la figlia e indicò alla polizia il posto esatto in cui scavare. Il corpo di Heather fu trovato decapitato e privato delle gambe.

Questo fu l’iniziò della fine per i due serial killer, pian piano di scoprirono un’infinita di cadaveri smembrati di donne, bambine e feti. Un vero orrore.

La fine dei coniugi West

Mentre Fred attendeva il suo destino in carcere, Rose gli voltò le spalle, incolpandolo di tutti gli omicidi. Tradito dalla sua dolce metà, l’uomo si tolse la vita nel gennaio del 1995. La moglie Rosemary fu condannata all’ergastolo per dieci omicidi, tra cui le figlie Charmaine e Heather.

L’anno successivo la casa di Cromwell Street fu demolita, perché nessuno aveva più il coraggio di passarci davanti sapendo gli orrori che erano stati commessi tra quelle mura.

Le vicende legati agli omicidi degli West hanno segnato l’Inghilterra nel profondo, e nel 2011 è stato ideato un lungometraggio Appropriate Adult, in cui si raccontano le vicende in base agli interrogatori a Fred West.

Vicenda, la loro che potrebbe essere illustrata durante una delle nostre cene con delitto? Pronti per scoprirlo? Per maggiori informazioni cliccare QUI.

Giuliana Centamore

Mi chiamo Giuliana, per me viaggiare significa conoscere luoghi nuovi e misteriosi,amo scoprire odori,colori e sapori tradizionali

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.